OFERTA FORMATIVA

Secondo le linee che sin dal principio guidano il CRC ‘Progetto Tarquinia’ l’offerta formativa per i giovani del nostro Ateneo va nella direzione di creare figure professionali in grado di collaborare fra loro, consapevoli del valore del percorso disciplinare prescelto, ma in una dimensione interdisciplinare. In particolare l'attenzione è focalizzata sugli aspetti storico-critici, tecnico-esecutivi e progettuali relativi allo scavo, alla gestione dei dati, dei reperti e della documentazione archeologica a tutto campo, al rilievo classico e con tecnologie avanzate (laser scanner, LiDAR, Structure from Motion), alla gestione cartografica tramite piattaforma GIS e alla realizzazione di progetti conoscitivi e diagnostici per la conservazione e alla fruizione dei siti archeologici e paesistici.

    

Il laboratorio di scavo che si svolge presso il 'complesso monumentale' è volto all'integrazione di competenze nel campo della ricerca, tutela e valorizzazione dei siti archeologici, con finalità didattiche e operative. Durante le ore del corso vengono approfonditi gli aspetti legati alla millenaria cultura degli Etruschi e illustrate le buone pratiche da seguire nello svolgimento di un 'protocollo' in un settore interdisciplinare in cui stretto è il rapporto, alle diverse scale, tra archeologia, architettura e territorio.

Grazie alle competenze coinvolte nel CRC ‘ProgettoTarquinia’ gli studenti possono imparare a lavorare a stretto contatto ed essere coinvolti nelle ricerche degli esperti provenienti dal mondo dell’archeologia, chimica per i beni culturali, scienze della terra, antropologia fisica, archeozoologia, archeobotanica, geochimica e geomorfologia, nonché del restauro architettonico, che collaborano con il comune obiettivo di ricostruire la dimensione culturale e storica della città antica.

Durante il periodo delle sei settimane di scavo stretto è il rapporto degli studenti del nostro Ateneo e con il resto dei partecipanti e con i membri del 'Progetto Tarquinia' offrendo la possibilità di specifici approfondimenti che consentono di svolgere con maggiore autonomia attività relative alla libera professione e nell’ambito di Istituzioni e Enti pubblici e privati (enti istituzionali, enti e aziende pubbliche e private, studi professionali e società di promozione e progettazione) operanti nelle attività di ricerca, tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali, del patrimonio archeologico e nei settori del restauro e dell'architettura della città e del territorio.

  

In questo panorama, il contatto degli studenti di UniMI con studenti ed esperti di numerose Università estere dimostra di portare un valido contributo dal punto di vista di metodo, sensibilità e impostazione, in una costruttiva dimensione di internazionalizzazione. Oltre a ciò gli studenti del nostro Ateneo che lo desiderano possono essere coinvolti anche nelle attività di elaborazione e gestione dei dati durante tutto l’anno in modo che l’esperienza sul campo possa essere ulteriormente arricchita e completata.

PERIODO DI SCAVO

Generalmente il periodo di scavo è di sei settimane, dal primo lunedì di settembre al secondo venerdì di ottobre, suddivise in tre turni da due settimane ciascuno (3CFU a turno). È possibile partecipare a più di un turno di scavo.

I TURNO dal 6 al 17 settembre

II TURNO dal 20 settembre al 1 ottobre

III TURNO dal 4 ottobre al 15 ottobre

l'arrivo a Tarquinia deve avvenire entro la domenica precedente l'inizio del turno. Si consiglia a coloro che sono alla prima esperienza di scavo, o non si sentono sicuri, di frequentare la prima parte del periodo del laboratorio.

Oltre alle attività di scavo, disegno archeologico e laborario reperti, è possibile partecipare ad un approfondimento specifico delle tematiche archeozoologiche che si avvale delle strutture del Progetto Tarquinia, e che si terrà contemporaneamente e parallelamente alle operazioni di scavo archeologico. Sono inoltre previste attività didattiche concernenti: lo scavo archeologico, il trattamento dei dati stratigrafici, il disegno archeologico a piccola, media e grande scala, le classi di materiali e dei reperti, il disegno dei reperti, l'archeospeleologia, calibrate a seconda dell'esperienza dei frequentanti.

 

COME RAGGIUNGERE TARQUINIA

In Treno: - da Milano a Roma (Intercity, Freccia rossa ecc..) e poi da Roma a Tarquinia con treno regionale in direzione Pisa o Grosseto oppure da Milano a Pisa (Regionali, Intercity e Freccia rossa) e poi da Pisa a Tarquinia con treno regionale in direzione Roma.

In Auto: da Milano si prende l’autostrada A1 fino allo svincolo per la A15 Parma – La Spezia; si percorre la A15 fino a Sarzana dove ci si innesta sulla A12 fino alla barriera di Rosignano; da lì si prosegue sulla strada statale Aurelia, fino all’uscita Tarquinia.

In Aereo: arrivando agli aeroporti di Fiumicino o Ciampino si raggiungono con i mezzi pubblici le stazioni di Roma Termini o Roma Ostiense o Roma Trastevere; da li si prende il treno regionale che ferma a Tarquinia, in direzione Pisa o Grosseto.

 

ALLOGGI

Gli alloggi si trovano in località Tarquinia Lido. Ciascun appartamento comprende 5/6 posti letto, cucina e bagno.

Si raccomanda di munirsi di lenzuola, federa, coperte a discrezione /sacco a pelo, salviette/accappatoio per il bagno.

A Tarquinia sono presenti varie lavanderie, anche a gettoni, in caso di bisogno.

A carico degli studenti è il vitto, e potrà essere richiesto un contributo per l'alloggio nella misura di 30 euro per turno o a seconda delle disponibilità dei finanziamenti.

 

AUTOMOBILI A DISPOSIZIONE

Il sito della Civita non è raggiungibile né a piedi né con mezzi pubblici, pertanto sta agli studenti organizzarsi con mezzi propri mettendo a disposizione la propria auto.

In caso di mancanza delle auto necessarie si deve purtroppo diminuire il numero di studenti partecipanti alla campagna scavi.

 

NECESSARIO PER LO SCAVO

 La strumentazione minima che è NECESSARIO portare per lo scavo:

- scarpe antinfortunistiche

- cazzuola da ARCHEOLOGO con punta acuta e bordi affilati. Ad esempio.

- guanti da lavoro/guanti leggeri da giardiniere

 

In aggiunta, chi ne disponesse può portare anche:

- bisturi e specilli

- scopetta e sessola

- spruzzino per acqua

 

Strumentazione minima che è NECESSARIO portare per il disegno in cantiere e dei reperti:

- matite di diverse dimensioni a seconda delle preferenze

- righello e squadre da disegno

- gomma

- scotch di carta

- pennarello nero indelebile

- scalimetro

- pettine da disegno dei reperti

- calibro

- pennino, china nera e bianca

- compasso

 

ABBIGLIAMENTO

Deve essere conforme alle attività in cantiere, sono ESCLUSI canottiere, shorts, abiti da spiaggia, top e vestiti scollati. Sono ammesse T-Shirt a manica corta, ma si ricorda che il sole può essere molto forte ed è dunque consigliabile portarsi dietro indumenti freschi a manica lunga in aggiunta alla crema solare. Generalmente la stagione è calda, ma nelle prime ore del mattino o in caso di tempo non ottimo, il vento può essere fastidioso; si consiglia quindi un abbigliamento a strati e si raccomandano in particolare crema solare, cappello o bandana, giacche antivento e k-way.

 

PRANZO SULLO SCAVO

Il sito della Civita è isolato, pertanto ci si deve attrezzare per il pranzo al sacco; lungo la strada per arrivare allo scavo si trovano panetterie e bar già aperti la mattina presto, ma la soluzione migliore è comunque portarsi cibo preparato a casa; si suggerisce quindi di portare contenitori di plastica, termos, borse termiche e mattonelle di ghiaccio sintetico.

Si consiglia inoltre di portare con sé libretto universitario, badge o certificato d’iscrizione all’università per avere più facilmente sconti sull’ingresso a siti e musei che si possono visitare nella zona.

 

SICUREZZA SUL CANTIERE

In ottemperanza ai recenti sviluppi in materia di legge legata alla frequentazione del cantiere archeologico, a seguito della pubblicazione su questa pagina degli ammessi allo scavo di Tarquinia, i partecipanti verranno contattati dalle Dott.sse responsabili, Jennifer Alvino e Valentina Minoli, per definire gli aspetti ad essa inerenti.

Chi chiuderà prima dell'estate la carriera di studi e chi non è iscritto all'Università degli Studi di Milano, ovvero coloro che terranno la discussione di tesi prima di agosto e a settembre non saranno ancora iscritti alla laurea magistrale o comunque a qualche corso universitario (Dottorato, Specializzazione ecc..), nonché coloro che non sono iscritti all'Università degli Studi di Milano, per il periodo di scavo devono essere in possesso di una assicurazione infortunistica e di certificato di salute idonei e fornire copia dei documenti alle responsabili, da contattare per eventuali dettagli e per informazioni in materia di sanità e sicurezza (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per informazioni ulteriori rispetto a quanto sopra riportato contattare la dott.ssa Jennifer Alvino: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per partecipare allo scavo è necessario scaricare e compilare il seguente formulario inviadolo alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro mercoledì 31 marzo 2021. Per questioni legate alla logistica, domande pervenute oltre questa data potranno difficilmente essere prese in considerazione.

Approvazione di ammissione e dettagli ad essa relativi verranno forniti esclusivamente all'indirizzo comunicato all'interno del formulario, attraverso Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., entro il 26.04.2021.

!!AVVISO IMPORTANTE!!!
Purtroppo a causa dell’emergenza sanitaria attualmente in corso e delle misure restrittive atte a contenere la diffusione del coronavirus, la campagna di ricerche di quest'anno sarà fortemente limitata. Non si può pertanto garantire la consueta ampia disponibilità di partecipazione. Ultieriori dettagli verrano forniti via mail a coloro che hanno inviato il modulo di adesione.