Progetto Etruscans@EXPO

English Version

Collocata nel cuore dell'edificio storico dell'Università Statale e allestita dallo studio di architettura Kuma & Associati, Etruscans@Expo è stata una "Camera delle Meraviglie" ipertecnologica. Un'installazione multimediale e multisensoriale che ha condotto il visitatore all'approfondimento delle tematiche di EXPO 2015, dall'alimentazione all'ambiente, attraverso la millenaria cultura degli Etruschi e la conviviale ritualità del banchetto che ne rappresenta il fulcro.


etruscans

 

Gli Etruschi sono stati per EXPO 2015 mediatori unici ed eccezionali tra la diversità in orizzontale del mondo contemporaneo e in verticale fra mondo antico e moderno, in un'esperienza full immersion personalizzata e coinvolgente resa vivida da racconti ed immagini emozionanti.


 etruscansmaking    etruscans trailer
 Etruscans@EXPO - The making-of video
  Etruscans@EXPO - Trailer video


L'evento ha messo in comunicazione generazioni, persone e popoli differenti: riprodotta a grandezza naturale, la Tomba del Letto Funebre di Tarquinia ha permesso al visitatore di vestire i panni di un esploratore di altri tempi e ha fatto da portale per un viaggio concettuale tra storia e attualità attraverso l'affascinante mondo degli Etruschi, con l'ausilio di installazioni multimediali, realtà aumentata e sistemi olografici tridimensionali. L'utilizzo di Google Glass ha permesso l'accesso a contenuti extra multisensoriali. Durante il percorso, gli affreschi riccamente dipinti sulle pareti di altre tre Tombe Dipinte di Tarquinia si sono trasformati in touchscreen per accedere a informazioni sull'alimentazione e sulle tematiche correlate. Non sono mancate le novità sulla storia e la cultura etrusca, raccolte grazie a un invito internazionale esteso a tutti i ricercatori attivi nel mondo, e collegamenti paralleli alle altre iniziative del progetto La Statale per EXPO.



Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali e il Dipartimento di Informatica, mentre le traduzioni in sei lingue diverse sono state a cura del Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali dell'Università degli Studi di Milano. Oggi è possibile continuare ad apprezzarne parte dei contenuti attraverso l'applicazione permanente dedicata all'Evento.

 

                      

La versione integrale dei contenuti è disponibile in lingua INGLESE.
Versioni ridotte dei contenuti sono disponibili anche in traduzione italiana,
spagnola, cinese, francese, giapponese e russa.

 


Membri del Progetto e Ringraziamenti

Indice dei contributi contenuti nell'applicazione

Rassegna Stampa